WAL per le donne, 6 motivi per i quali non smettere mai di camminare

La menopausa riguarda tutte le donne, chi prima chi dopo, ed è bene sapere di cosa si tratta per essere più preparate ad affrontarla. Esiste un Metodo semplice, naturale ed efficace per vivere questa nuova fase della vita serenamente. In questo articolo spieghiamo qual’è…

 

Che cos’è la menopausa?

Il termine menopausa deriva dal greco mènos, “mese”, e pausis, “cessazione”; consiste in una fase transitoria dell’organismo femminile che conduce alla cessazione, appunto, dell’età fertile. In questa fase diminuisce la produzione di progesterone ed estrogeni, e le ovaie smettono di produrre follicoli ovarici. Fra i segnali della menopausa vi sono:

  • Cambiamento dell’umore
  • Insonnia
  • Aumento di peso
  • Vampate di calore
  • Stanchezza e crolli di energia
  • Osteoporosi
  • Problemi cardiocircolatori

menopausa

 

Star bene camminando, star bene con WAL

Una ricerca canadese della Quebec’s Laval University di Ville de Quebec, pubblicata su reuters.com nel 2010, ha rivelato l’incredibile efficacia della camminata come trattamento di supporto per le donne in menopausa. “Una passeggiata di 45 minuti tre volte a settimana aiuta a perdere peso, riduce gli acciacchi e rende le donne in menopausa più vitali ed attive, alleviando anche sintomi frequenti e fastidiosi come vampate, tachicardia e sbalzi d’umore”, dichiarano i ricercatori.

Il Metodo WAL rappresenta un’ottima pratica per prevenire ed alleviare i disagi della menopausa. Oltre ai benefici fisici e psicologici, il WAL aggiunge quelli cognitivi grazie all’ascolto degli AudioWAL. Gli AudioWAL sono documenti culturali mp3 udibili in cuffie wireless da ascoltare contemporaneamente alla camminata (l’altra parte del Learn, il Walk) e realizzati appositamente per stimolare plasticità neurale, memoria e capacità di apprendimento.

Nel nostro Blog e in varie interviste, abbiamo già citato i numerosi benefici della camminata (contro Obesità, Depressione, Alzheimer, Diabete di Tipo 2); ora citiamo 6 buoni motivi per cui camminare in menopausa.

menopausa

Camminare:

1. Allevia le vampate di calore.

  • Le donne che camminano mezz’ora al giorno vedono calare di un buon 30% la probabilità di incorrervi, rispetto alle loro pari sedentarie. Il movimento costante del passo (meglio ancora si si aumenta il ritmo gradualmente) regola ormoni, estrogeni e progesterone, sostanze coinvolte nella regolazione della temperatura corporea.

2. Migliora l’umore.

  • Ne abbiamo parlato qui; camminare solleva l’umore e aiuta a trattare disturbi d’ansia e depressione. I muscoli in movimento rilasciano endorfine e serotonina, sostanze che hanno anche a che fare con il ritmo sonno-veglia. Camminare regolarmente aiuta a dormire meglio, fondamentale nella regolazione dell’umore.

3. Migliora le funzioni cognitive.

Inoltre, praticare attività fisica e cognitiva insieme aumenta esponenzialmente i benefici delle singole attività! Questo concetto è al centro del Walk and Learn. Un altro punto da tenere in considerazione, è la diminuzione dello stress (dovuto al movimento dei muscoli) parallela all’aumento della capacità di concentrazione.

4. Rinforza le ossa.

menopausa

L’Osteoporosi è fra le possibili conseguenze della menopausa. Ebbene, camminare stimola la produzione dei minerali che compongono l’apparato scheletrico, oltre che essere un’attività relativamente priva di rischi di fratture.

5. Stimola la circolazione sanguigna.

Come spieghiamo bene in questo articolo, la camminata migliora sensibilmente la circolazione sanguigna (e così contrasta la formazione di cellulite, al contrario della corsa!). Camminare 30 minuti al giorno riduce il rischio di ipetrenzione e malattie cardiovascolari del 12%.

6. Diminuisce il giro-vita.

L’aumento di peso è un tipico sintomo della menopausa. Su unavitasumisura.com spieghiamo tutti i perché della perdita del giro-vita grazie alla camminata.