Lettura, ascolto e longevità

Leggere rappresenta molto più di un passatempo: leggere è un modo per allenare le funzioni cognitive e la plasticità neurale in modo divertente e piacevole. Leggendo viaggiamo altrove con l’immaginazione e proviamo nuove emozioni, ampliamo il nostro bagaglio culturale (dove per “cultura” intendiamo il bagaglio intellettuale e morale di ogni individuo, e non solo nozionistico)…e curiamo il nostro benessere. La ricerca scientifica dimostra infatti che leggere e ascoltare audiolibri può allungare la nostra vita. 

 

Leggere con l’udito, la ricerca scientifica

  1. Una ricerca della Yale University pubblicata sull’Harvard Women Health Watch nel 2016 ha esaminato 5,635 partecipanti over 50 in uno studio su salute e pensione. I ricercatori, basandosi su monitoraggi a lungo termine e dichiarazioni dei partecipanti stessi, hanno notato che chi leggeva libri regolarmente presentava un 20% in meno di probabilità di morte nei successivi 12 anni. 
  2. Un altro studio condotto dal Dr, Anni Bavishi Martin e R. Levy, pubblicato su www.sciencedirect.com ha preso in esame 3635 partecipanti, analizzandone lo stile di vita e i pattern di lettura (quanto tempo dedicato a leggere e per quanto tempo di seguito), nonché fattori di salute come depressione. Dalle analisi è risultato che, mediamente, coloro con un pattern di lettura più robusto vantano 23 mesi di vita in più rispetto a coloro che non leggono. 
  3. L’ultima ricerca che riportiamo è quella relativa ai benefici dell’audiolettura, ovvero la “lettura uditiva”. Lo studio è stato pubblicato sulla piattaforma online greatworklife.com, e riporta dei dati interessanti che accostano i benefici dell’ascolto di audiolibri a quelli della lettura. Il cervello appare stimolato in modo analogo. L’immaginazione risulta potenziata, risvegliata e funzioni cognitive come memoria e capacità d’apprendimento, o fluenza verbale, migliorano sensibilmente nel breve arco di tempo. A tutto questo si accompagna un aumento dell’autostima e quindi il mantenimento di uno stile di vita sano, che può prolungare l’aspettativa di vita. 

leggere

 

I benefici di “leggere con l’udito”

Ma non è finita qui! Se ciò non bastasse ecco altri punti che vi faranno venire voglia di “leggere con l’udito”: 

-Accessibilità.

-Aumento della capacità di concentrazione, dei propri orizzonti culturali, della lucidità mentale.

-Gli audiolibri non occupano spazio.

-Possibilità di condivisione con familiari e amici.

-Miglioramento della qualità del sonno.

-Possibilità d’apprendere una nuova lingua con piacere e velocemente.

-Miglioramento della pronuncia delle parole e la dizione. 

“L’audiolibro è uno strumento estremamente intimo, gli ascoltatori lavorano insieme al narratore e all’autore per creare immagini mentali di scene e personaggi”. Dr.ssa Sarah Rayner 

 

Metodo WAL, Camminare e imparare divertendosi

Il WAL è in linea con la ricerca scientifica per trovare tecniche d’allenamento psicofisico che possano procurare il benessere integrale dell’organismo, ed una vita lunga e sana. Ecco perché la Sperimentazione WAL svoltasi nel 2016 a Perugia ha riscosso tanto interesse, come viene testimoniato dall’articolo dell’European Journal of Ageing. Il Metodo WAL è l’unica disciplina attualmente esistente che coniuga allenamento fisico e cognitivo.

Con WAL “leggere con l’udito” è divertente e ancora più efficace, in quanto nel frattempo si pratica l’esercizio fisico della camminata. Come? Con gli AudioWAL, documenti culturali mp3 udibili in cuffie wireless che trattano i più vari argomenti e sono creati appositamente per stimolare le funzioni cognitive di memoria, concentrazione e capacità d’apprendimento. Mentre ascoltiamo l’audio camminiamo a ritmo sostenuto lungo il percorso WAL, con i piedi scalzi per stimolare la riflessologia plantare e correggere la postura. Praticando le due attività fisico-cognitive allo stesso tempo, i benefici ne risultano duplicati (come spieghiamo qui). Oltre a quelli sopra accennati, fra i benefici WAL vi sono: 

  • Calo del girovita.
  • Tonificazione muscolare.
  • Aumento della flessibilità e resistenza articolare.
  • Trattamento e prevenzione di patologie come Alzheimer, Parkinson e cardiovascolari.
  • Miglioramento dell’umore.

leggere