I passi della salute

Camminare è un’attività semplice tanto quanto salubre! Camminare contrasta e tratta patologie gravi come il Diabete, l’Alzheimer, le malattie cardiovascolari e il Tumore al Seno. Una ricerca svolta dall’Ospedale Sant’Anna di Torino, pubblicata su Breast Cancer Research Treatment nel 2015, rivela infatti gli effetti incredibilmente benefici della camminata nella prevenzione del Tumore al Seno. Il rischio di ammalarsi, per le donne che camminano regolarmente, scende del 30%, una dieta e uno stile di vita sani sono gli ulteriori elementi fondamentali nella lotta contro il Tumore al Seno.

 

Com’è fatto il seno?

Il seno è costituito da tessuto adiposo e ghiandole, o meglio, un insieme di strutture ghiandolari dette lobuli, che unite formano un lobo. In un seno vi sono fra i 15 e i 20 lobi. Il latte si forma nel lobulo e giunge al capezzolo tramite i dotti lattiferi. Il Tumore al Seno nasce a causa della moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria, che si trasformano in cellule maligne. Queste invadono altri tessuti circostanti e altre parti dell’organismo. Ma esattamente, dove si forma il Tumore al Seno? Il Tumore al Seno può formarsi in qualsiasi tessuto, ma la forma più frequente si sviluppa nei lobuli e nei dotti lattiferi.

Quanti tipi di Tumore al Seno vi sono, e quali sono i sintomi?tumore al seno

Vi sono due tipi di Tumore al Seno: quelli invasivi e quelli non. Le forme invasive sono:

  • Carcinoma duttale, così definito perché supera la parete del dotto. Costituisce circa l’80% del Tumore al Seno.
  • Carcinoma lobulare, quando supera la parete del lobulo (15% dei Tumori al Seno). Può colpire entrambi i seni o presentarsi in più punti dello stesso seno.

Altre tipologie di Tumore al Seno invasive, meno frequenti, sono quelle tubulare, papillare, mucinoso, cribriforme.

Esistono diversi sintomi di diversa intensità. La fase iniziale di comparsa del Tumore non provoca dolore. Su 1000 donne solo lo 0,4% di esse presente una lesione maligna, il 12,3% vede lesioni maligne (tipo le cisti) e per tutte le altre non ci sono né lesioni né dolore. Più evidenti sono i noduli percepibili al tatto, a volte anche visibili, ma questi riguardano una fase già più avanzata del Tumore. Solitamente si presentano nella parte superiore esterna del seno. I primi sintomi sono quindi, purtroppo, difficili da percepire, ma si possono subito notare e segnalare al medico le alterazioni a livello cutaneo (capezzolo all’infuori o all’indentro, perdite, pelle a buccia d’arancia localizzata). La mammografie e l’ecografia rappresentano lo strumento più efficace in moltissimi casi.

 

Lo studio del Sant’Anna e dell’American cancer Society

Ci sono voluti 5 anni per concludere lo studio torinese, intitolato Individuazione e contrasto delle alterazioni endocrino-metaboliche favorenti la recidiva del carcinoma mammario, e capitanato dal Dr. Carlo Campagnoli. Lo studio ha confermato la diminuzione significativa del rischio di ammalarsi di Tumore al Seno per le donne che camminavano di più e più regolarmente.

La ricerca del Sant’Anna si allinea a quella dell’American Cancer Society, conclusa nel 2017 e pubblicata nell’ottobre dello scorso anno sull’American Journal of Preventive Medicine.

Il Dott. Alpa Patel e il suo team di ricercatori hanno monitorato 37 mila donne in menopausa per 17 anni, deducendo che coloro che camminavano di più presentavano un rischio assai minore di ammalarsi di Tumore al Seno, nonché una migliore salute generale. Già altri studi compiuti sulla società americana hanno dimostrato che camminare previene e tratta patologie gravi, fra cui il cancro al colon, il Diabete e le malattie cardiache. Quanto confermato dalla ricerca dell’American Cancer Society, è che praticare 150 minuti di attività fisica moderata (camminare con un ritmo lento e costante), o 75 minuti di attività fisica intensa (che produce sudore e accelerazione cardiaca) a settimana, è in grado di allungare la nostra vita. In particolare Patel ha notato che tutti i livelli di camminata, persino quella più lenta, sono associati ad una bassa mortalità. Anche le donne che camminavano poco, persino meno di 2 ore a settimana, presentavano un minor rischio di mortalità di quelle che avevano una vita sedentaria. E questo è importante tanto più quando si avanza con l’età.

Tumore al seno

 

Una dieta per prevenire il Tumore al Seno

Insieme alle raccomandazioni sull’attività fisica, Patel e Campagnoli ricordano l’importanza di una sana alimentazione nella lotta al Tumore al Seno. Evitare le farine, gli zuccheri raffinati e le carni rosse da allevamenti intensivi è un passo verso la salute dell’intero organismo.

La scienza ha notato, inoltre, la correlazione fra dieta e ricomparsa di Tumore al Seno in donne già colpite. Una dieta ricca di fitoestrogeni (ormoni vegetali contenuti nei semi di lino, nei legumi e nei frutti di bosco) e crucifere (rape, cavoli, rucola), e povera di latticini e uova, è in grado di prevenire il Tumore al Seno e anche la sua futura ricomparsa.

 

WAL, Cammina e Impara in Salute

Il Metodo WAL rappresenta un ottimo metodo per la prevenzione del Tumore al Seno. Basato sull’unione fra attività cognitiva e fisica, il Walk and Learn previene e tratta patologie anche gravi come il Diabete di tipo 2, l’Alzheimer, l’Artrite e il Tumore. La camminata di circa 40 minuti sull’apposito tappeto in micro fibra è tutta dedicata al raggiungimento del benessere psico-fisico. Le classi WAL al CTF Wellness di Assisi iniziano con dello stretching, per scaldare il corpo e prepararlo ad assumere la corretta postura. Una volta indossate le comode cuffie wire-less si è pronti a partire con la camminata, a passo lento e accompagnata da un racconto sempre diverso e interessante. Piano piano si aumenta il ritmo, si sciolgono le articolazioni e si entra in connessione con il proprio corpo e il proprio equilibrio. La sperimentazione WAL, condotta a Perugia nel 2016, ha raccolto dati che confermano l’efficacia della camminata nella prevenzione e nel trattamento di gravi patologie.

WAL, molto più di un’attività fisica, una disciplina olistica.

Tumore al seno