Perché una mamma in movimento è una mamma serena

L’esercizio fisico previene la Depressione post-parto: “Profonda tristezza, ansia, fatica, un senso di incapacità ad affrontare le sfide della maternità sono alcuni dei sintomi di questo disturbo che colpisce la donna nei giorni vicini al parto” – spiega il Dr. Paolo Amami, neuropsicologo e psicoterapeuta di Humanitas – “L’attività fisica, praticata sia durante la gravidanza che dopo il parto (se le condizioni di salute lo permettono) non solo aiuta a contenere il rischio della depressione perinatale, ma libera le risorse della neomamma per accogliere i cambiamenti della maternità. Questo è ancora più importante perché lo stato depressivo influenza anche la relazione della donna con il neonato, mettendone potenzialmente a rischio sia lo sviluppo emotivo sia lo sviluppo cognitivo.”

depressione post-parto

L’esercizio fisico, con i suoi effetti dimostrati sull’organismo grazie alla stimolazione della produzione di endorfine, sostanze associate a una sensazione di benessere, e quella di alcuni neurotrasmettitori come la norepinefrina o la serotonina, rappresenta un’importante risorsa (non l’unica) nel trattamento della depressione, e quindi anche della depressione post-parto. Praticare attività fisica, infatti, influenza il sistema emotivo della donna, ne migliora l’autostima e la percezione di sé, oltre ad avere l’effetto di distrarre dai pensieri negativi che portano all’umore flesso o depresso. I benefici che derivano dall’esercizio fisico non dipendono né dalla quantità né dal tipo di esercizio praticato, basta scegliere un tipo di attività, come il Metodo WAL, e praticarla con costanza.

 

Lo studio spagnolo sulla Depressione post-parto

L’esercizio fisico previene la Depressione post-parto e non solo, aiuta anche a combatterla. Il Ministero della Salute dichiara che la depressione può sorgere soprattutto fra la sesta e la dodicesima settimana dalla nascita del bambino, mentre uno studio spagnolo, pubblicato quest’anno sulla rivista Birth, rivela il come e il perché del potere benefico dell’attività fisica sulla salute psico-emotiva delle neo-mamme.

depressione post-parto

Lo studio è stato guidato dalla Dr.ssa Clelia Alvarez-Bueno dell’Universtà di Castiglia, La Mancha a Cuenca, la quale, insieme ad un gruppo di ricercatori dell’Università, ha raccolto i dati di 12 ricerche eseguite fra il 1990 e il 2016 sullo stesso argomento, ovvero sull’efficacia dell’attività fisica nel trattamento della Depressione post-parto. Inoltre il nuovo gruppo di ricerca di Alvarez-Bueno ha esaminato 932 donne che praticavano esercizio fisico prima, durante e dopo il parto. Coloro che praticavano con costanza stretching, passeggiate, pilates e Yoga presentavano un rischio minore di soffrire di questo specifico tipo di depressione e anche un migliore stato di salute psico-emotiva. 30 minuti di esercizio fisico moderato più volte a settimana è sufficiente per migliorare sensibilmente l’umore in generale, delle neo-mamme e delle donne in gravidanza in particolare (leggi qui per saperne di più).

La Dr.ssa Beth Lewis dell’Università americana del Minnesota, che non ha partecipato allo studio spagnolo ma le cui ricerche si accostano all’argomento, dichiara infine che l’esercizio fisico è efficace quanto gli antidepressivi per gli adulti. Lewis sta inoltre conducendo uno studio simile su 450 madri che presentano episodi di depressione, o che ne soffrono tutt’ora, mirato a comprendere com l’attività fisica svolta in casa possa aiutare a prevenire e curare il disagio psicologico.

E’ importante prendersi cura di sé stessi facendo attività fisica per mantenere un buon livello di benessere. – Beth Lewis.

 

Le sostanze che regolano l’umore

Ma torniamo alla base degli effetti benefici dell’esercizio fisico sulla psiche. In apertura dell’articolo abbiamo accennato a due neurotrasmettitori: la norepinefrina e la serotonina, legati al tono del nostro umore. La prima è anche detta ormone dello stress, e coinvolge aree cerebrali delegate al controllo dell’attenzione e delle reazioni. Comunica al sistema nervoso la necessità di attacco o fuga aumentando il battito cardiaco, rilasciando energia sotto forma di glucosio e aumentando il tono muscolare.

La serotonina è una sostanza prodotta nel sistema nervoso centrale e nell’apparato gastrointestinale. Oltre che negli animali e nell’essere umano, si trova anche in alcuni tipi di funghi, nelle piante (in particolare sulle spine) e nel veleno di alcuni insetti, infatti provoca dolore! La serotonina ha un ruolo centrale nella regolazione dell’umore, del sonno, della temperatura corporea e dell’appetito. Infatti si è notato come la sua alterazione sia legata a disturbi neuropsichiatrici, dell’umore in generale e alimentari.

depressione post-parto

*Una nota importante, a partire dagli anni ’70 la serotonina è stata definita l’Ormone della felicità, e si è indicato la sua carenza-funzione alterata come causa principale di Depressione. In realtà questa è un’affermazione semplicistica che non rispetta la complessità dei disturbi depressivi, legati ad una pluralità di fattori (sociali, familiari, genetici e bio-chimici). Questa credenza si è dilagata soprattutto in USA, dove con estrema facilità i medici prescrivono ai pazienti le happy pills, le “pillole della felicità”, concentrati di serotonina mirati a riequilibrare l’umore in modo innaturale. In realtà il Manuale dell’Associazione psichiatrica Americana non riporta la carenza di serotonina tra le cause di Depressione! Eventualmente la diminuzione di questa sostanza sembra essere un fattore secondario ad altre alterazioni biochimiche che si verificano in luogo din uno stato depressivo.

Numerosi studi scientifici, più o meno recenti, hanno dimostrato come l’attività fisica svolta in maniera regolare sia in grado di riequilibrare l’umore, di prevenire e di alleviare la Depressione in modo naturale ed efficace, e quindi come si possa considerare un’alternativa valida alle terapie farmacologiche. Noi di WAL ne avevamo già parlato qui, la corretta informazione è al centro del nostro interesse per la salute!

 

Un Metodo efficace per prevenire e curare la Depressione post-parto

depressione post-partoIn relazione a quanto detto sopra, Paolo Amami aggiunge: “L’attività fisica potrebbe rappresentare uno degli strumenti, non l’unico ovviamente, cui ricorrere per il trattamento di questa condizione clinica, avendo probabilmente un effetto maggiore se svolta nei nove mesi di attesa”. Il Metodo WAL è una disciplina medica olistica veramente speciale, in grado di curare mente e corpo all’unisono e donando una sensazione di benessere integrale.

In questo articolo abbiamo parlato della camminata WAL come attività fisica ottimale da svolgere in gravidanza, ma oltre ai benefici fisici il Walk and Learn apporta anche concreti benefici alla psiche della neo-mamma. Il WAL viene praticato in compagnia, in un ambiente accogliente (quello del nuovissimo CTF Wellness di Assisi) e ad un ritmo che rispetta i tempi individuali. Lo stretching a inizio e fine seduta e l’ascolto dell’AudioWAL aggiungono quel quid in più che soddisfa la curiosità e la felicità della persona. Le testimonianze sono tante, vieni a trovarci per ascoltarle e dirci la tua! Telefona al numero verde 800 561765 per prenotare la tua prima prova gratuita 😉