Perché praticare WAL in età avanzata è sicuro ed efficace

Il Metodo WAL è una disciplina psicofisica che migliora il benessere dell’intero organismo, e ciò che la rende unica nel suo genere, in Italia e in Europa, è la cura della salute cognitiva tramite la stimolazione cerebrale e delle funzioni di memoria, concentrazione e apprendimento, il tutto eseguito con dolcezza. Il Metodo Walk and Learn, “cammina e impara”, è stato fondato da Anma Crespi a Perugia nel 2015 (per saperne di più leggi “Il Metodo WAL, previeni, impara e cammina”, Morlacchi editore) ed è diventata ad oggi una disciplina ampiamente conosciuta e diffusa in tutta Italia. Parlano di noi Vanity Fair, Fitness trend e molte altre piattaforme di salute e benessere e medico-scientifiche.

antidolorifici
Nel 2016 WAL ha condotto una sperimentazione i cui ottimi risultati sono stati pubblicati sull’European Journal of Ageing dal Prof. Piccirilli. La Sperimentazione WAL al Palazzetto Evangelisti di Perugia ha confermato l’efficacia della disciplina nella prevenzione di malattie cardiovascolari e del decadimento cognitivo, e nel miglioramento della salute psicofisica in generale di adulti d’età avanzata. Cinquanta persone dai 65 anni in su hanno praticato il Walk and Learn per 6 mesi, partecipando ad un monitoraggio che il Prof. Piccirilli riporta con le seguenti parole: “In complesso, i risultati ottenuti concordano con il numero abbondante di ricerche scientifiche precedenti che riportano l’efficacia di uno stile di vita attivo nel combattere gli effetti dell’invecchiamento cerebrale, nel ritardare il declino cognitivo, e nel ridurre il rischio di soffrire di Demenza…E’ inoltre noto che l’approccio multimodale —come quello del Metodo WAL— è assai utile nel migliorare non solo le performances ‘allenate’, ma anche quelle ‘non allenate. Il punto è che, a differenza dei tipi di esercizi formali, gli interventi multimodali agiscono non solo sull’allenamento di specifiche funzioni cognitive, ma sullo stile di vita complessivo dell’individuo”.

 

Metodo WAL, dolcezza di movimento e rispetto per l’individuo

La semplicità e la dolcezza del movimento praticato durante il Metodo WAL lo rendono un esercizio eseguibile anche da persone non più giovani, e/o da coloro che hanno bisogno di un periodo di riabilitazione in seguito a traumi. Si tratta di una camminata che inizia a passo lento e il cui ritmo aumenta in maniera graduale, e nel pieno rispetto dell’individuo. Uno dei punti di forza di WAL è infatti la costumizzazione, ovvero la possibilità di adeguare l’esercizio psico-fisico alle esigenze e particolarità del singolo organismo. Questo concetto è estremamente importante nel Metodo WAL, il concetto del rispetto dei tempi umani e individuali, e della diversità di ogni essere umano. Ognuno di noi è custode di contenuti emotivi e cognitivi, di caratteristiche fisiologiche e di esperienze che si esplicano:

  • Sul piano fisico: nella postura, nella coordinazione, nel modo di camminare, in eventuali “malanni” e “acciacchi” molto diffusi, come cervicale, gonfiore, dolore muscolare.
  • Sul piano mentale: nel modo di approcciarsi all’ambiente e alle novità, agli altri, all’apprendimento di argomenti di varia natura; nella condizione cerebrale della plasticità neurale, cioè nella capacità di cambiamento e adattamento a nuove condizioni.
  • Sul piano della nutrizione: nella qualità e quantità del cibo che ingeriamo, nei nostri gusti personali, nella velocità con cui mastichiamo (come spieghiamo in questo articolo, il detto “siamo ciò che mangiamo” è assolutamente vero).

movimento terapeutico

Nella pratica WAL si tiene conto di tutto questo; la camminata si esegue con dolcezza e con ritmo regolare insieme al movimento degli arti superiori, che cura la mobilità delle articolazioni e la postura.
L’ascolto degli AudioWAL in cuffia wireless stimola le funzioni cognitive di memoria, concentrazione e apprendimento migliorando la plasticità neurale. Diversamente dagli sport generici, WAL mantiene la salute cerebrale al centro della pratica. Esercizio fisico e cognitivo sono in relazione, interdipendenti e simultanei. Per questo motivo i benefici del Walk and Learn si notano in breve tempo e sono tali da migliorare lo stile di vita e la salute olistica dell’individuo nel lungo periodo. Non si stratta solo di tonificazione muscolare e perdita del giro-vita, WAL ha un impatto radicale sul benessere in quanto mira a cambiare l’approccio verso sé stessi, portando le persone ad instaurare un contatto interiore ancora più profondo partendo dall’esercizio cognitivo degli AudioWAL, passando per il dolce movimento della camminata, ed arrivando a ristabilire un sano equilibrio psico-fisico.

 

Il Metodo WAL funzionale per la riabilitazione

La semplicità, la dolcezza e l’assenza di rischi del Metodo WAL lo rendono un esercizio perfetto per la riabilitazione da traumi, e facilmente eseguibile da adulti in età avanzata. Un ulteriore fattore di efficacia consiste nella prevenzione, una qualità WAL confermata dall’European Journal of Ageing e dalle numerose ricerche in campo medico-scientifico di cui il Metodo fondato da Anma Crespi si nutre sin dalla sua nascita.
WAL previene patologie cardiovascolari, tumore al seno, demenza senile e Alzheimer. Come menziona il titolo del libro “Il Metodo WAL, previeni, impara e cammina”, la prevenzione è una componente altrettanto importante quanto la cura e il trattamento di patologie già presenti nell’organismo. Quali controindicazioni esistono nel camminare a passo leggero, nello stimolare il cervello con l’apprendimento di nuovi contenuti culturali, nell’iniziare un percorso di scoperta di sé stessi e delle proprie emozioni? Nessuna!